top of page

erogati 2000€

 

Codice Ente: 109

Numero della Richiesta: 59/2017

Stato della Richiesta: Inviata

 

 

Bando di erogazione n. 2/2017

"Ausili e strumenti tecnologici per una didattica inclusiva"

 

 

STORIA ENTE                                                                                 

 La Fondazione Asilo Infantile Cardinale Spina, il cui presidente perpetuo è l’Ordinario diocesano, Mons. Luigi Ernesto Palletti, che statutariamente nomina ogni quadriennio il presidente delegato con delega alla gestione, è una istituzione scolastica e assistenziale istituita nel 1841 e sin da allora opera a Sarzana nel settore educativo e assistenziale. Nata per assistere i bimbi di condizioni sociali disagiate, divenne un’Ipab nel 1890 con il governo Crispi, poi Ente Morale e infine Fondazione ex Ipab con Deliberazione della Giunta Regionalen° 2018 del 8 aprile 1994; iscritta nel registro delle persone giuridiche della Regione Liguria con numero d’ordine 209, dal 2001 ha ottenuto il titolo di scuola paritaria. Nel 2015 la scuola è stata frequentata da 85 bambini. La Fondazione si fa carico del disagio sociale ed economico delle famiglie, operando sconti e riduzioni sulle rette e sui buoni pasto, ma nel contempo ha sostenuto sia socialmente che dal punto di visto educativo le famiglie con bimbi muniti di certificazioni di disabilità varie, come dsa e bes. L’intervento si è concretizzato con la messa a disposizione di insegnanti di sostegno, con interventi di ausilio in accordo con gli specialisti del settore e con le strutture sociosanitarie della ASL 5. Recentemente sono poi state sostenute spese per la messa in sicurezza degli impianti per il rispetto delle normative vigenti.

 

TITOLO                                                                                       

"tutti per uno, uno per tutti"

 

PROGETTO IN SINTESI                                                               

Come si evince dallo Statuto, il desiderio d’inclusione è parte integrante della storia della scuola dell'Infanzia Cardinale Spina, per cui si desidera affrontare la problematica disabilità, dsa e dei bisogni educativi speciali con un approccio globale. Allo Spina la sezione è una comunità e tutti partecipano alla realizzazione degli obiettivi per aiutare i singoli a superare le difficoltà. L’inclusione è una sfida per ogni persona che frequenta la struttura ad attivarsi in sinergia creando occasioni che potenzino le autonomie personali e sociali. Alla scuola dell'infanzia infatti le abilità specifiche assumono un aspetto profondamente relazionale, più che individuale, come in altri settori dell'istruzione. In questo senso il coinvolgimento, la stimolazione, la correzione, sotto la guida delle insegnanti e delle specialiste avviene nel gruppo.  Per correggere le carenze del linguaggio, a volte già evidenti a 3 anni,  la tendenza asociale all'isolamento che scarta la relazione, oppure la difficoltà a instaurare relazioni affettive armoniche con i pari o con il gruppo o ancora i deficit di attenzione,  bisogna immaginare momenti specifici e periodici di rafforzamento in cui tutti o a gruppi vengono stimolati grazie all'utilizzo dei mezzi tecnologici. In particolare il progetto prevede l''istallazione ad altezza bambino di monitor interattivi sui cui, grazie a software specifici far scorrere immagini, disegni,  sequenze, emissione di suoni, canti, che facilitino con l'interattività (il bimbo non è soggetto passivo, ma attivo con la sua partecipazione propositiva toccando o disegnando sul monitor).  In questo senso il gruppo sostiene il soggetto debole a partecipare e a imparare e le scoperte di uno diventano di tutti, sono patrimonio comune. Oltre all'aspetto visivo-sonoro si curano anche il movimento, la coordinazione e la creatività  Due sono dunque i momenti di intervento:

 

a) Linguaggio e Relazione. Sono i cardini per una comunicazione semplice e chiara. Permettere ad ognuno nella propria diversità di esprimersi con efficacia, arricchisce la comunità e la rende migliore. Un’azione educativa mirata al potenziamento individuale di ciascuno permette di individuare le differenze e trasformarle in risorse favorendo l’integrazione e l’indipendenza. Riqualificare la didattica è il primo passo di questo ambito. L’interazione sociale e l’autonomia sono la finalità dell’intervento.

 

b) Movimento, coordinazione e creatività. Il progetto si struttura anche attraverso laboratori di attività ed espressione motoria ed atelier creativo con obiettivi, metodologie, risorse, materiali, valutazioni, tempi e spazi consoni ad ogni fascia d’età rappresentata. Oltre a specifici strumenti motori-prassili, già in uso,  si chiede l'acquisto di altro materiale per favorire il coordinamento, la dimensione motoria, tutto in un ambiente di gioco.

 

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE NELL'ISTITUTO SCOLASTICO

 

Negli ultimi anni sono  venuti aumentando  i bimbi che necessitano di una didattica personalizzata in quanto portatori di difficoltà a inserirsi armonicamante nella sezione, per cui sono già state

attuate strategie per sostenere i docenti a rispondere in modo adeguato alla nuova realtà, oltre all'intervento degli educatori per i casi specifici. Si hanno bimbi con difficoltà relazionali, di linguaggio, incapaci di

seguire  minime indicazioni, con alto deficit dell'attenzione.

 

RISULTATI ATTESI                                                                       

Come presentato nella descrizione del progetto, l'utilizzo di tecnologia dei monitor interattivi con tecnologia touch screen e di altri strumenti motorio prassili permettono di costruire una didattica inclusiva in cui il gruppo diventa la guida in quanto tutti partecipano alla sollecitazione visivo-sonora-prassile, compresi i bimbi in difficoltà, per cui migliora la comunicazione verbale e l'interrelazione e il coinvolgimento attivo.

LUOGO DELL'INTERVENTO                                                       

le tre sezioni della scuola dell'infanzia Cardinale Spina, nelle ore dedicate all'attività di sezione, in quelle di motoria e di atelier.

 

DATI AGGIUNTIVI

 

ATTIVITÀ PREVISTE                                                                  

In genere le sezioni di una scuola dell'infanzia svolgono attività a gruppi e in particolare quelli dell'Asilo Spina sono abituati a costruire assieme i percorsi didattici. Divisi per tavoli di lavoro a cui sono affidati dei compiti e poi guidati personalmente. Grazie ai monitor interattivi si possono facilitare le attività di gruppo in cui sono inseriti i disabili, Dsa e bes per costruire storie, piccole filastrocche, riconoscere animali, disegnare sul monitor e altre

attività coinvolgenti. Di seguito un esempio di utilizzo

:

azione 1 si proietta sul monitor una civetta azione 2 si cerca l'ambiente in cui vive la civetta azione 3 tutti o a gruppi cominciano a pronunciare la

parola civetta aiutando coloro che sono in difficoltà

 

azione 4 si ascolta il verso della civetta e si prova ad imitare lo stesso

 

azione 5 si costruisce un gioco di movimento e di imitazione (tutti o a gruppi in sequenza)

 

azione 6 elaborazione materica

 

In ogni sezione di prevedono 3/4 interventi di questo tipo alla settimana, come da programmazione didattica curricolare. Dato il rilievo di tale attività si renderà necessaria la modifica e l'inserimento

nel PTOF e dovrà essere verificato nel RAV.

 

MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA STRUMENTAZIONE

ACQUISTATA                                                                                    

•  monitor  interattivo  istallato  alla  parete  di ogni sezione

•    strumenti    di    autonomia:    registratore ludico schiaccia   ascolta;   telefono   senza   fili

• giochi di coordinamento motorio: percorso nei cerchi, di pietra in pietra, elementi per percorsi, isole sul fiume, camminare sul fiume, trampoli lumachina, paracadute, nastro di cooperazione, ecc.

Il materiale di cui al punto 1 è indicato l' utilizzo nella descrizione del progetto,  mentre ai punti 2, 3 sono strumenti da utilizzare nei piccoli gruppi di

educazione motoria e atelier

 

 

 

TEMPI

 

DATA DI INIZIO PROGETTO                                                       04/09/2017

 

 

DATA DI FINE PROGETTO                                                          22/12/2017

 

REFERENTE/COORDINATORE DI PROGETTO

 

COGNOME DEL REFERENTE DI PROGETTO                            Giannelli

 

 

NOME DEL REFERENTE DI PROGETTO                                    Elisa

 

 

EMAIL DEL REFERENTE DI PROGETTO                                    giannellis39@gmail.com

 

 

CELLULARE DEL REFERENTE DI PROGETTO                            0187620069

 

 

DESTINATARI

 

OMISSIS

 

 

 

PARTNER

 

ESISTENZA SOGGETTI PARTNER                                              No

ELENCO PARTNER

 

DETRAZIONI PER ENTI NON COMMERCIALI

 

IL CONTRIBUTO È DA ASSOGETTARE ALLA                            No

RITENUTA DEL 4% DI CUI ALL'ART.28 C.2 D.P.R.

600/73

BUDGET

 

COSTO TOTALE DI PROGETTO                                                  8.050

 

 

ENTRATE

 

 

IMPORTO RICHIESTO ALLA FONDAZIONE                              8.050

 

 

COFINANZIAMENTO PROPRIO COFINANZIAMENTO

USCITE

 

 

SPESE

 

 

Finalità

Dettaglio finalità

Importo unitario

Numero

Importo

Descrizione

Arredi, macchine, attrezzature  Strumenti tecnologici  2.400,00 x 3                                                                                                                 monitor interattivo     7.200,00  

Arredi,  macchine, attrezzature  

Ausili didattici  materiale coordinamento motorio           850,00 x 1 

                                                                                                           850,00

 

 

 

 

ELENCO ACCETTAZIONI IN INSERIMENTO

 

 

Accettata    Dichiarazione

 

 

 

 

SI

Le Linee guida per la comunicazione forniscono indicazioni di carattere generale necessarie a comunicare  in  maniera  adeguata i progetti sostenuti dalla Fondazione Carispezia nell’ambito della propria attività erogativa.

SI

Il presente manuale, in linea con quanto previsto dal Regolamento di Erogazione della Fondazione Carispezia,  intende  disciplinare le tipologie di oneri ammissibili, raggruppate per macro-voce, e le relative modalità di rendicontazione.

Il presente manuale deve essere integrato con quanto previsto in modo specifico da ciascun bando sia per le tipologie di spesa ammissibili e rendicontabili sia per eventuali regole specifiche (ad esempio la valorizzazione dell’impegno volontario a titolo di cofinanziamento non è valido in tutte le tipologie di bando).

SI

Informativa in materia di protezione dei dati personali, ai sensi dell’art. 12 del Regolamento (UE)

2016/679

NO

Informativa in materia di protezione dei dati personali, ai sensi dell’art. 12 del Regolamento (UE)

2016/679

 

 

 

DOCUMENTI

 

 

DOCUMENTI ENTE

 

 

Dichiarazione per enti non commerciali                  Dichiarazione enti non commerciali (1).pdf

 

 

TFSEZ_FILE_PROGETTO_LBL

DATA INVIO                                                                            18/05/2017 16:04:22

 

Codice Ente: 109

Numero della Richiesta: 31/2017

Stato della Richiesta: Inviata

 

 

Bando di erogazione n. 3/2017 "Insieme per la nostre scuole"

 

 

 

STORIA DELL'ENTE                             

La Fondazione Asilo Infantile Cardinale Spina, il cui presidente perpetuo è l’Ordinario diocesano, Mons. Luigi Ernesto Palletti, che statutariamente nomina ogni quadriennio il presidente delegato con delega alla gestione, è una istituzione scolastica e assistenziale istituita nel 1841 e sin da allora opera a Sarzana nel settore educativo e assistenziale. Nata per assistere i bimbi di condizioni sociali disagiate, divenne un’Ipab nel 1890 con il governo Crispi, poi Ente Morale e infine Fondazione ex Ipab con Deliberazione della Giunta Regionale n° 2018 del 8 aprile 1994; iscritta

nel registro delle persone giuridiche della Regione Liguria con numero d’ordine 209, dal 2001 ha ottenuto il titolo di scuola paritaria. Nel 2015 la scuola è stata frequentata da 85 bambini. La Fondazione si fa carico del disagio sociale ed economico delle famiglie, operando sconti e riduzioni sulle rette e sui buoni pasto, ma nel contempo ha sostenuto sia

socialmente che dal punto di visto educativo le famiglie con bimbi muniti di certificazioni di disabilità varie, come dsa e bes. L’intervento si è concretizzato con la messa a disposizione di insegnanti di sostegno, con interventi di ausilio in accordo con gli specialisti del settore e con le strutture sociosanitarie della ASL 5. Recentemente sono poi state sostenute spese per la messa in sicurezza degli impianti per il rispetto delle normative vigenti.

 

 TITOLO                                                 

"risistemiamolasilospina"

 

PROGETTO IN SINTESI                       

La Fondazione Asilo Infantile Cardinale Spina venne istituito sul piano giuridico nel 1841, nel 1855 iniziò le attività di assistenza ai bimbi di Sarzana, in una prima sede e nel 1863 si trasferì nell'edificio che attualmente lo ospita in via Sobborgo Spina 39. In questi ultimi 8 anni sono stati condotti già molti lavori di adeguamento normativo, di manutezione ordinaria e straordinaria per oltre 90 mila euro, con finanaziamento diretto della Fondazione Spina e grazie a contributi della Regione Liguria in base all'art 10 della legge regionale 15/2006 e donazioni di privati. I principali interventi hanno riguardato il rifacimento del solaio della segreteria, il rinforzo di numerosi travi del tetto in base alle risultanze di una perizia statica, l'impianto elettrico, uno dei due impianti di riascaldamento, la realizzazione di una cancellata per dividere l'area parcheggio dal giardino, potatura in più riprese e perizia tecnico statica sulla magnolia del giardino di circa 150 anni, cambio completo di

14 coppie di persiane in alluminio e altro ancora.  Lo stato antico dell'edifico richiede continui interventi di manutenzione e ora il progetto "risistemiamolasilospina" permetterà di rimodernare le aule di 2 delle 3 sezioni scolastiche (Mele Verdi, Gialle Rosse) e quella di atelier, di risistemare alcuni bagnetti dei bimbi, acquistare arredi più adeguati, di mettere in sicurezza alcune aree ammalorate. I genitori in collaborazione con il referente del progetto, collaborano già nella fase progettuale, nella valutazione degli interventi, nella stesura del piano finanziario, nella ricerca delle ditte, nella, affidamento e realizzazione dei lavori. Infine stanno già collaborando per il reperimento dei fondi con la prossima costruzione di un teatrino per le marionette e relativi spettacoli e alcuni momenti ludici rivolti alle famiglie per l'autofinanziamento.

  

DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE NELL'ISTiUTO SCOLASTICO

La scuola dell'infanzia Cardinale Spina è ubicata in un edificio del 1865, è posta al piano terra e suddivisa in ampia cucina e salone mensa e multifunzione, atrio, uffiicio segreteria e direzione, 3 aule, un'auletta

atelier, 2 serie di bagnetti per i bimbi e un bagno adulti, per un  totale di

350 metri quadrati. Si accede dal portone su via Sobborgo Spina nell'atrio e dalla porta che dal salone immette nella corte e poi nel  giardino.

 

 L'altezza media va dai 4,5 a 5,5 metri, ridotta dalla presenza di controsoffitti a pannelli con incastonante le plafoniere dei neon.  L'area di intervento è quella a sinistra dell'entrata principale: l'aula delle Mele Gialle , Verdi, l'auletta atelier e una serie di bagnetti e antibagno (si veda pianta allegata). In particolare:

 

• le mattonelle dei pavimenti delle 2 aule contigue (Gialle, Verdi)

hanno problemi di stabilità;

• le pareti devono essere sottoposte a una pulitura  per sostenere, dopo una rasatura delle parti ammalorate, di una nuova imbiancatura

• i pannelli dei controsoffitti sono invecchiati e rovinati, per cui devono essere sostituiti con pulitura delle intelaiature

• i pavimenti del bagno e dell'antibagno sono scivolosi e hanno bisogno di pavimenti adeguati antiscivolo e a norma

• Anche la piastrellatura dei bagni con i relativi marmetti  posti a copertura dei divisori non sono in buone condizioni

• Le cassette sanitarie dei water sono malfunzionanti

• La porta a soffietto che immette dall'aula all'antibagno e relativa intelaiatura  è del tutto rovinata

• gli arredi delle aule sono rovinati, alcuni vecchi di decenni e non sono a norma

 

 

RISULTATI ATTESI                             

Riprendendo in sintesi quanto sostenuto al punto precedente, la riqualificazione dell'area interessata all'intervento  avrà una notevole ricaduta sulla qualità della vita scolastica, sulla didattica e sulla sicurezza sia dei bimbi che dei lavoratori. In particolare ecco in elenco le migliorie da introdurre:

 

• rifacimento dei pavimenti delle aule delle Mele Gialle e Verdi

• pulitura, raschiatura, rasatura delle parti ammalorate e nuova imbiancatura delle pareti delle 2 aule

• sostituzione dei pannelli dei controsoffitti delle aule Mele Verdi e Gialle; rinforzo dove necessariio, pulitura e riverniciatura  delle inteliatura

• rifacimento dei pavimenti dei bagni e antibagno con mattonelle antiscivolo

• riqualificazione delle piastrellatura dei bagni con i relativi marmetti posti a copertura dei divisori.

• sostituzione delle cassette sanitarie dei water e verifica complessiva dell'impianto idraulico

• sostituzione della porta a soffietto che immette dall'aula all'antibagno e relativa intelaiatura, con manufatto a norma

• Acquisto di armadi modulari e porta giochi (per tutte le aule, anche delle Mele Rosse) per contenere il materiale didattico e i giochi. Acquisto di 15 tavoli multiuso per le attività didattiche nelle aule scolastiche e di tre piccole cattedre per le insegnanti

 

 

LUOGO DELL'INTERVENTO               

Area sud est dell'edificio (piano terra) posto in via Sobborgo Spina, 39, che ospita la scuola dell'Infanzia paritaria denominata "Asilo Infantile Cardinale Spina", di cui si allega pianta nella sezione documenti

 

 DATI AGGIUNTIVI

 

COINVOLGIMENTO DI GENITORI E STUDENTI

 

Essendo l'Asilo Spina una scuola dell'infanzia, vengono coinvolti nel progetto esclusivamente i genitori di cui si fornisce elenco dettagliato nella sezione documenti. Alcuni genitori i cui bimbi hanno completato la frequenza hanno chiesto di collaborare al progetto.

 

 ATTIVITÀ PREVISTE

 

Il progetto si articola in attività diretta dei genitori e in attività affidate a dite estere, secondo le seguenti modalità:

 

azione 1 (entro 15 settembre 2015)  -  riunione di coordinamento tra genitori, referente e direzione della scuola. Divisione dei compiti e formazione dei gruppi di genitori:

 • a) gruppo di coordinamento che segue i lavori realizza la progettazione vera e propria con il piano d'intervento e relativa tempistica e cura degli aspetti burocratici, tra cui quelli assicurativi, legali e infortunistici

• b) gruppo che sceglie, cura e segue la ditta di piastrellisti (aule e bagnetti)e opera la valutazione delle spese e degli interventi anche della revisione della parte idraulica.

• c) gruppo che opera nella sgrossatura delle pareti e all'imbiancatura

• d) costituzione del gruppo che collabora all'acquisto,  pulitura delle intelaiature, restauro e istallazione dei nuovi pannelli del controsoffitto, che  individua anche il falegname per la sostituzione della porta tra aula Mele Verdi e bagno

• e) gruppo che cura l'acquisto degli arredi, in base al budget disponibile;

• f) rendicontazione

 

 

 

azione 2  - entro fine settembre 2017  Riunione del gruppo di

coordinamento e progettazione per la stesura del piano d'intervento, tenuto conto che la scuola è aperta e che si deve intervenire nei giorni al sabato, nei giorni di festa e nei periodi vacanza.

 

azione 3 -  tra le vacanze di Natale e Pasqua 2018. Attuazione dei punti  b, c, d

 

azione 4 - entro inizio giugno 2018. Attuazione dei punti e,

 

azione 5 _ entro 30 giugno 2018. Attuazione dei punti f, rendicontazione

 

 

 

AZIONI PREVISTE PER IL                    Sì

MANTENIMENTO NEL TEMPO DELL'INTERVENTO

 

DESCRIZIONE DELLA EVENTUALE PROSECUZIONE DEL PROGETTO

E DELLE RELATIVE FONTI DI FINANZIAMENTO

 

La scuola dell'infanzia ha attivo al suo interno una modalità partecipativa denominata "I genitori della social school" che ha già collaborato con la direzione per piccoli interventi di manutenzione sui giochi, sulla pulitura e rasatura dell'erba del giardino, sul riordino del magazzino.  Il mantenimento dei risultati ottenuti dal progetto "risistemiamolasilospina"verranno continuati da tali genitori che, ora più numerosi, avranno aumentato la propria consapevolezza nel partecipare alla vita della scuola. Tali interventi saranno finanziati con fondi propri.

 TEMPI

 

DATA DI INIZIO PROGETTO              01/09/2017

 DATA DI FINE PROGETTO                 30/06/2018

 

REFERENTE/COORDINATORE DI PROGETTO

 

Ercolini Cristina


 

EMAIL DEL REFERENTE DI PROGETTO

 

asilospina@libero.it

 

ESISTENZA PARTNER                         No

 

DETRAZIONI PER ENTI NON COMMERCIALI

 

IL CONTRIBUTO È DA     

Non ASSOGETTARE ALLA RITENUTA DEL 4% DI CUI ALL'ART.28 C.2

D.P.R. 600/73

  

BUDGET

 

COSTO TOTALE DI PROGETTO         21.120

  

ENTRATE

 

IMPORTO RICHIESTO ALLA

FONDAZIONE

 

                                                               19.820

 

 

COFINANZIAMENTO PROPRIO         1.300

 

 USCITE

 SPESE

 

 

250,00x1 =250,00

Tinta e attrezzatura per tinteggiaturadelle  pareti  con due mani   di pittura traspirante opaca  per interni. Resistenza all'abrasione umida secondo norma EN 13300 classe  5.  Ottimo potere   coprente classe 2 secondo EN 13300.

18,00x120= 2.160,00

Demolizione pavimento zoccolino  e sottofondo     per uno        spessore massimo  di 10 cm, compreso smaltimento del materiale di risulta,trasporto e oneri di discarica nell’ aula sud A

 

38,00x120=4.560,00

Realizzazione   di massetti   interni con    prodotto cementizio         a ritiro        ridotto, premiscelato prontoall'uso, ad indurimento    ed essiccazione medio       rapida, weber.plan MR81 di Weber, da impastare consola acqua, in grado di avere dopo 10 giorni una  resistenza a  compressione  di 22 N/mm², ed una umidità residua dopo 7 giorni non superiore   al 2,0%. Affidamento servizi

25,00x120 =3.000,00

Posa in opera di pavimento   in piastrelle   con l’utilizzo    di apposita       colla comprese: manovalanza, tagli, formazione di quartabuoni,stuccatura e curata pulizia  finale;  il tutto per dare il titolo compiuto e finito    a    regola d’arte.

10,00 x120  1.200,00

Posa in opera di zoccolino   on l’utilizzo di colla comprese: manovalanza, tagli, formazione di quartabuoni,stuc catura e accurata pulizia  finale;  il tutto per dare il titolo compiuto e finito    a    regola d’arte

6,27x120=752,40

pannelli controsoffitto  in fibra minerale feinfresko saturn

18,00x120=2.160,00

mattonelle pavimenti gres nporcellanato 30x30

99,90x12=1.198,80

tavoli rettangolari scuola infanzia linea ergonomica

213,50x3 =640,50

cattedra con cassetto linea sicura

Spese di gestione Assicurazione

300,00x1=300,00

spese assicurative  per genitori  che operano   per   la piccola manutenzione

433,00x6=2.598,00

armadio  con ante e vani a giorno 

5,00x150=750,00

zoccolino

700,00x1=700,00

porta divisoria che immette nei bagni dall'aula delle Mele verdi

Materiali

850,00x1=850,00

risistemazione  e restauro bagnetti compreso interventi  di idraulica

 

 

 

ELENCO ACCETTAZIONI IN INSERIMENTO

 

Accettata

Dichiarazione

SI

Le Linee guida per la comunicazione forniscono indicazioni  di  carattere  generale  necessarie  a comunicare  in  maniera  adeguata  i  progetti  sostenuti dalla  Fondazione  Carispezia  nell’ambito  della  propria attività erogativa.

SI

Il presente manuale, in linea con quanto previsto dal Regolamento di Erogazione della Fondazione Carispezia, intende disciplinare le tipologie di oneri ammissibili, raggruppate per macro-voce, e le relative modalità di rendicontazione.

Il presente manuale deve essere integrato con quanto previsto in modo specifico da ciascun bando sia per le tipologie di spesa ammissibili e rendicontabili sia per eventuali regole specifiche (ad esempio la valorizzazione dell’impegno volontario a titolo di cofinanziamento non è valido in tutte le tipologie di bando).

SI

Informativa in materia di protezione dei dati personali, ai sensi dell’art. 12 del Regolamento (UE) 2016/679

NO

Informativa in materia di protezione dei dati personali, ai sensi dell’art. 12 del Regolamento (UE) 2016/679

 

 DOCUMENTI ENTE

 

 

Dichiarazione per enti non commerciali

 

Dichiarazione enti non commerciali (2).pdf

 

 DOCUMENTI PROGETTO

 

 

Documentazione fotografica   planimetria Asilo Spina con area d'intervento copia.jpg, Edificio esterno Fondazione Asilo Spina.JPG, foto giardino e parcheggio Fondazione Asilo Spina.jpg

 

Scheda identificativa

studenti e familiari coinvolti

 

elenco genitori 1.pdf, elenco genitori2.pdf, elenco genitori 3.pdf

 

 DATI INVIO PROGETTO

 

DATA INVIO                                     14/06/2017 14:58:19

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fondazione Carispezia - Via D. Chiodo, 36 - 19121 La Spezia (SP)                                                                                           Pagina 14/14

erogati 19800 €

bottom of page