top of page

Didattica

"I bambini non sono vasi da riempire, ma fuochi da accendere". Plutarco
​Sezioni e organico

 

La scuola dell’infanzia è composta da tre sezioni:

- Bambini di tre anni (Mele Verdi)

- Bambini di quattro anni (Mele Gialle)

- Bambini di cinque anni (Mele Rosse).

I nostri educatori portano avanti il compito della formazione integrale del bambino con il dovere di condividere e attuare il progetto educativo della scuola che richiede loro:

- Preparazione pedagogica e competenza professionale;

- Maturità umana e relazionale;

- Accettazione e condivisione dei valori che stanno alla base del progetto educativo della scuola;

- Consapevolezza che il compito educativo si attua attraverso la testimonianza della vita;

- Disponibilità al lavoro collegiale;

- Costante impegno nella formazione in servizio; 

- Senso del limite e disponibilità alla correzione reciproca come  strumento di corretta crescita comune;

- Disponibilità alla condivisione delle responsabilità educative con i genitori;

- Disponibilità ad un lavoro comune con le realtà che interagiscono con la Scuola.

Il personale ausiliario è parte integrante della comunità educativa e svolge il proprio lavoro in sintonia con il progetto educativo della scuola.

Gli insegnanti sono presenti secondo un orario che permette la compresenza durante le attività principali.

Questi i ruoli del personale che opera nella nostra scuola:

- Dirigente

- Insegnanti di sezione

- Educatori progetti

- Segretaria

- Addetti alla cucina

- Coordinatore didattico

​Attività ordinarie progetti e laboratori

 

I bimbi sono divisi in sezioni per età e oltre all'attività ordinaria, seguono alcuni  progetti e laboratori esterni. Ogni mattina tra le ore 10 e le 12  vengono divisi in due gruppi e mentre il primo svolge l’attività laboratoriale il secondo gruppo continua, seguito dall’insegnante, l’attività curricolare. Dopo un’ora avviene il cambio. Ecco in sintesi i laboratori

1) -Progetto inglese  

2) -Progetto di educazione motoria 

3) -Progetto di educazione musicale (temporaneamente sospeso per Covid)

4) -Progetto continuità

5) -Laboratorio di animazione 

6) -Laboratorio creatività 

​Progetti

Progetto inglese

Si avvale di un’insegnante preparata con metodo glottodidattico e intende favorire la curiosità verso la lingua  inglese. Sono proposte attività di comprensione e prove che aiutino la formazione della lingua in contesti significativi come il gioco, il disegno e il canto. Da una parte si punta a far sorgere nei bimbi la consapevolezza dell’utilizzo della lingua inglese e dall’altra alla precisione lessicale, espressiva e della pronuncia. 

Progetto di educazione motoria.

L’azione è fonte di conoscenza e il bimbo, mentre si muove, organizza lo spazio e il tempo, impara a dosare e a finalizzare meglio i propri movimenti. Gli obiettivi dell’attività sono: conoscenza e padronanza del proprio corpo, organizzazione nello spazio e nel tempo, dello schema corporeo, capacità di esprimersi e comunicare, sviluppo della concentrazione, rispetto delle regole, autonomia e socializzazione. L’insegnante propone giochi guidati con l’utilizzo di piccoli attrezzi o immagini e il bambino, applicando il criterio imitativo, sviluppa il movimento e impara la coordinazione.

Progetto di educazione musicale. 

Avvicinare i bambini fin da piccoli al linguaggio musicale è un'esperienza unica che rimarrà nel loro bagaglio culturale non solo nel gestire il loro approccio verso lo studio e la disciplina, ma soprattutto nel rapportarsi nei confronti dell'altro e della vita in genere. 

Ogni attività avrà alla base uno specifico obbiettivo, il cui grado di difficoltà sarà ottimizzato sicuramente in base alle diverse fasce d'età e alla risposta dei gruppi di lavoro. 

Progetto continuità. 

Giornate ed attività da definire con il nido  ad aprile e con la primaria  in base ad accordi con il dirigente  e coordinatore del comprensorio.

Laboratori

Laboratorio di animazione

L’animazione teatrale nella Scuola dell’Infanzia rappresenta per i bambini un importante momento di socializzazione e formazione. Utilizza il mezzo ludico-espressivo che genera situazioni di gratificazione e di emozione positiva. "Ludico", non vuol dire anarchico, perché il gioco ha le sue regole, regole che non sono imposte, bensì scelte ed accettate dal gruppo che gioca e garantite dall'autorevolezza di chi lo conduce. Esso si rivela interessante e divertente mentre si fa, per cui emerge la sua gratificazione che è legata al fare più che al raggiungimento del fine. “Espressivo" declina gli aspetti legati alla creatività e alla comunicazione e non alla pura riproduzione di un testo. L'animazione teatrale, del resto, utilizza metodi e mezzi, che non possono per loro natura sottrarsi ad una necessità comunicativa. In modo più specifico la pratica teatrale favorisce il superamento dei problemi che normalmente accompagnano la crescita, come la timidezza, il cattivo rapporto con il corpo in mutamento, l'eccessiva aggressività. Le Attività laboratori si realizzano tramite il movimento di sé nello spazio e nel tempo attraverso la dimensione musicale (esercizi di rilassamento, ascolto emotivo del corpo, riscaldamento ed allungamento, deambulazione e coordinamento dei movimenti); i principi ritmici di movimento, realizzazione di figure in movimento, anche con l'ausilio di nastri, foulard colorati, palloni e altri oggetti coreografici; l’utilizzo di varie tecniche espressive e materiali per l’animazione. Tra gli obiettivi formativi sono  in evidenza: sviluppare nel bambino una maggiore consapevolezza dell'immagine di sé, scoprire le varie possibilità di comunicare e relazionarsi con il corpo, giocare con la voce, i gesti e i movimenti per interpretare i sentimenti e le emozioni, stimolare le capacità espressive, logiche e mnemoniche, valorizzare la fantasia e la creatività, riscoprire lo stupore che la vita insegna nell’incontro con l’Altro. 

Laboratorio creatività.

La scuola è dotata di un’aula dedicata al laboratorio per le attività di atelier. La manipolazione e il riciclo dei materiali, l’utilizzo dei colori e le tecniche pittoriche, il collage, la cartapesta, il decoupage, cartonaggio sono alcune delle tecniche che mirano a sviluppare nei bimbi la capacità creativa, la manualità e l’invenzione per sviluppare il senso dello stupore. I bimbi lavorano assieme all’insegnante, il quale li aiuta e li indirizza nelle attività, puntando sulle capacità imitative e applicative. Tra i principali obiettivi si annovera lo sviluppo dell’espressività, la socializzazione e l’integrazione di un gruppo, l’osservazione, la conoscenza delle cose e la riproduzione manuale. In questo laboratorio il prodotto non è la finalità ma il mezzo per sperimentare la conoscenza di tecniche e strumenti che possano permettere successivamente ai bambini di esprimersi liberamente. Inoltre si tende ad integrare, affiancare e approfondire le attività didattiche curricolari come la conoscenza dei colori primari, la loro mescolanza per ottenere le tonalità e le gradazioni. 

bottom of page